“Piccole scuole, grandi comunità”. La SNAI al convegno di Indire

Il 18 ottobre a Firenze, nell’ambito della Fiera Didacta, la più grande manifestazione sulla scuola in programma in Italia, si è tenuto il convegno internazionale “Piccole scuole, grandi comunità. Viaggio attraverso la dimensione narrativa delle scuole di piccole dimensioni e modelli di sviluppo locale”.

Ai lavori del convegno ha preso parte anche Maria Rita Infurna, esperta istruzione a supporto del Comitato Tecnico Aree Interne, che ha presentato l’esperienza della Strategia Nazionale Aree Interne, le risposte ai problemi individuati nelle 72 aree del Paese in cui la SNAI è al lavoro per garantire “soluzioni innovative per una scuola di qualità”. Sono sette i temi-chiave emersi lavorando con studenti, dirigenti scolastici ed amministratori delle aree interne, e riguardano il Nord e il Sud del Paese: il sottodimensionamento e la frammentazione dell’offerta scolastica; l’alta mobilità dei docenti; la necessità di innalzare la qualità della didattica e di innovare i modelli pedagogici; i livelli insoddisfacenti di apprendimento e di acquisizione delle competenze per gli studenti; la necessità di arricchire la formazione del personale docente; uno scollamento tra offerta formativa e vocazioni territoriali; un sistema dei trasporti non allineato con le esigenze scolastiche.

“Attraverso la Strategia Nazionale Aree Interne le diverse aree hanno individuato soluzioni strategiche diversificate, sempre coerenti con le peculiarità sociali e territoriali delle comunità, per sperimentare nuovi modelli educativi e innalzare la qualità dell’insegnamento” ha ricordato la Infurna. 

Per quanto riguarda le 30 Strategia d’area approvate, sono 140 le schede d’intervento che riguardano il settore scuola. Il 36,6% riguarda azioni volte a migliorare la sicurezza e la qualità degli ambienti di apprendimento. Ben 42 schede (pari al 30% del totale) riguardano azioni che puntano a ridurre la dispersione scolastica garantendo agli studenti servizi integrativi e innovativi. Gli investimenti complessivi già decisi per quanto riguarda l’ambito scuola sono pari a 53 milioni di euro.

Tra gli interventi esemplari, la valorizzazione delle pluriclassi (con un sostegno alla didattica e il miglioramento degli ambienti formativi, nell’area interna del Grand Paradis, in Valle d’Aosta), la creazione di FAB LAB (nel Vallo di Diano, in Campania, dove la scuola diventa motore d’innovazione da trasferire alle imprese), la creazione di nuovi indirizzi di formazione superiore, in linea con le attività economiche del territorio, la costruzione di scuole che siano anche centri civici, come accade nel Basso Sangro-Trigno, in Abruzzo.

A proposito di SNAI e Regione Abruzzo, durante l’appuntamento di Firenze è stato presentato l’Accordo quadro tra INDIRE (l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) e l’USR regionale che consentirà di diffondere l’innovazione in tutte le piccole scuole abruzzesi, in linea con le iniziative promosse PON Piccole Scuole. La messa in pratica e la rilevazione di buone pratiche di sperimentazione dei nuovi modelli didattici avrà come territori pilota le 5 aree interne dell’Abruzzo, come definite dalla SNAI, a cominciare proprio dal Basso Sangro-Trigno.

“Il convegno di Didacta – ha spiegato Giovanni Biondi, presidente di Indire – ha contribuito a favorire il dialogo tra i vari attori impegnati nell’attuare processi di miglioramento nell’ambito delle Piccole Scuole. Ad oggi sono più di 90 gli istituti che hanno scelto di condividere azioni e valori aderendo al Movimento delle Piccole Scuole, con l’intento di contrastare il fenomeno dello spopolamento e della dispersione scolastica. Stiamo parlando di scuole dislocate nei luoghi più isolati, montani o nelle isole, e non semplicemente di scuole piccole a livello strutturale”.

aperta il 09/11/20180 partecipanti

  • Nessun partecipante a questa discussione

I PROGETTI

I progetti

Scopri che cosa si sta già facendo in varie parti d’Italia per migliorare le condizioni di vita nelle aree interne.

VAI >>

LE DISCUSSIONI

Le discusssioni

Le questioni irrisolte e le opinioni degli esperti sulla vita ed il lavoro nelle aree interne. Il tuo punto di vista ci interessa.

VAI >>

REGISTRATI

Registrati alla community

Per poter commentare e caricare contenuti su questa piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

INVIA LA TUA STORIA

Invia la tua storia

Se ritieni che la tua esperienza (nel bene e nel male) abbia qualcosa da insegnare agli altri, segnalacela qui.

INVIA >>

GLI ULTIMI PROGETTI

Setteborghi

Setteborghi

Vai al progetto >>
OpenSchool_ErgoSud - RURAL MAKING LAB

OpenSchool_ErgoSud - RURAL MAKING LAB

Vai al progetto >>
#OperaCollettiva di Paesaggio - RuralMaking Lab

#OperaCollettiva di Paesaggio - RuralMak...

Vai al progetto >>
Tutti i progetti >>

ULTIMI ISCRITTI

Pier-Giuseppe Vissani - Comune/Unione dei Co... - Urbanista

enrico petriccioli - FEDERBIM - Vice Presidente

Alfonso Raus - Cittadinanzattiva on... - esperto di processi ...

Tutti gli iscritti >>