ECCO FATTO!!

Il progetto ECCO FATTO! è un servizio di risposta ai bisogni dei cittadini, soprattutto quelli che abitano in zone periferiche o in montagna, dove non solo gli uffici postali chiudono ma sono lontane anche le farmacie o molti altri sportelli della pubblica amministrazione, dai tribunali alle Asl, dal Comune all’Inps, tanto per citarne alcuni.

Al momento attuale il Punto ECCO FATTO! si configura innanzitutto come punto di facilitazione e avvicinamento ai cittadini che vivono in aree marginali a servizi della pubblica amministrazione ed a servizi di pubblico interesse. Il progetto ECCO FATTO! ha permesso fino ad oggi di coniugare le opportunità di formazione di giovani interessati all’esperienza del servizio civile volontario con le esigenze di facilitazione di accesso dei cittadini ai servizi anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie.

Nel Punto ECCO FATTO! ad oggi sono presenti almeno 2 giovani del servizio civile regionale che sulla base di un orario di apertura concordato con l’amministrazione locale forniscono servizi specifici rispetto ai bisogni delle comunità in cui sono inseriti o facilitano l’accesso a servizi della pubblica amministrazione o comunque di pubblico interesse.

Al fine di consentire al personale volontario di svolgere il proprio ruolo di accompagnamento e facilitazione ai servizi, UNCEM Toscana in collaborazione con i diversi soggetti titolari dei servizi, ha approntato un percorso di formazione continua che prevede lezioni frontali e incontri che prevedono l’utilizzo del sistema di videoconferenza regionale.

I Punti “ECCO FATTO!” sono collocati, e lo saranno anche in futuro, sia presso gli Uffici comunali sia presso le sedi di associazioni, situate generalmente in frazioni di comuni.

I punti ECCO FATTO! hanno, grazie agli accordi assunti con le amministrazioni locali, una dotazione tecnologica minima (2 PC, lettori di Smart Card, stampante, ecc.) ed una sede a norma di legge e concessa a uso gratuito.

Per l’erogazione dei servizi UNCEM Toscana è stata predisposta una interfaccia unica sul sito http://www.uncemtoscana.it/eccofatto, che è accessibile dai volontari grazie ad una autenticazione attraverso CNS e dalla quale è possibile accedere al panel virtuale di servizi e monitorare la quantità e qualità dei servizi erogati.

Obiettivi

Diffusione dei servizi ECCO FATTO! sui territori di competenza con particolare attenzione ai servizi accessibili attraverso la Carta Nazionale dei Servizi anche attraverso un percorso di analisi dei servizi presenti online e dei servizi delle municipalità di riferimento che possono essere decentrati sui punti ECCO FATTO! Attivazione di un apposito gruppo di lavoro interno ad UNCEM Toscana funzionale alla gestione di tutte le attività che concernono il servizio civile volontario che vanno dall’accreditamento delle sedi alla progettazione sino alla gestione dei giovani selezionati comprendendo anche l’organizzazione dell’attività di formazione. Attivazione di un percorso di formazione continuo con i giovani volontari attraverso l’utilizzo anche del sistema di videoconferenza regionale, in particolare su tre aree di attenzione: aumento delle consapevolezze rispetto all’essere volontari del servizio civile, aumento delle conoscenze dei servizi facilitati presso i punti, aumento delle capacità relazionali e di ascolto. Attivazione di un apposito spazio web raggiungibile attraverso il sito di UNCEM Toscana finalizzato sia a scopi informativi sia a attività di servizio ed all’interno del quale sia presente una apposita interfaccia che permetta ai cittadini ed ai volontari di visualizzare in modo semplificato il panel dei servizi accessibili. Definizione e attivazione di un apposito back office online funzionale alle attività di monitoraggio delle attività dei punti, anche riusando strumenti già presenti a livello regionale. Attivazione di un piano di comunicazione che preveda la definizione di una immagine unitaria e coordinata. Definizione di una serie di accordi con sogetti terzi funzionale ad incrementare il panel dei servizi accessibili in modo facilitato presso i punti. Apertura di almeno 55 punti ECCO FATTO!entro il 2014. Avvio al servizio civile volontario di almeno 100 giovani entro il 2014. Ampliamento della rete dei Punti ECCO FATTO! almeno su un numero di 170 comuni entro il 2015. Ampliamento della rete di partnership funzionale all’ampliamento della rete dei servizi offerti presso i punti. Ampliamento della gamma dei servizi offerti attraverso l’introduzione di servizi con declinazione sanitaria che richiedono un uso massivo della tecnologia per utilizzo completo delle potenzialità del fascicolo sanitario elettronico e per attività di automonitoraggio di parametri medici. Strutturazione e consolidamento di una rete professionalizzata per il monitoraggio e lo sviluppo delle attività dei punti.

Partnership

Regione Toscana ANCI Toscana INPS: Direzione regionale Toscana Difensore Civico Regionale AIMA CORECOM CIA Pistoia Centro Regionale di Informazione e Documentazione sull’accessibilità (CRID) Comitato Regionale Coni Toscana

Risultati

All’inizio del 2012 UNCEM Toscana sulla spinta di una serie di problematiche poste dai territori ha progettato ed aperto in forma sperimentale i primi 10 punti “ECCO FATTO!” Nel 2013, visto un crescente aumento delle richieste dai territori e dopo aver verificato l’effettiva utilità per la popolazione dei 10 punti aperti, la Regione Toscana ha ritenuto opportuno di investire in modo forte sulla rete dei punti ECCO FATTO! stipulando un protocollo Regione/ANCI/UNCEM nel quale viene definito un coordinamento di natura regionale ed un impegno per l’apertura di almeno altri nuovi 35 punti che sono stati aperti nell’ottobre 2012. Il 22 gennaio 2014 sono stati aperti ulteriori 21 punti per un totale di 56 punti ECCO FATTO! aperti attualmente sul complesso del territorio regionale, per un totale di 109 giovani del servizio civile regionale impegnati sui punti. Nello specifico i giovani volontari sono impegnati - come descritto nei progetti di servizio civile volontario presentati da UNCEM Toscana a valere sull’apposito bando regionale - per un totale di 30 ore settimanali ciascuno. Per cui, con declinazioni differenti che dipendono dalle esigenze della comunità in cui sono inseriti, i Punti ECCO FATTO! sono aperti 30 ore settimanali suddivise in 5 giorni. I servizi accessibili attraverso la mediazione di giovani presso il punto sono:

  1. Servizi per la Salute:
  • Facilitazione all’accesso dei servizi compresi all’interno della Bottega della Salute e cioè:
    • Stampa e ritiro dei referti medici e degli esami del sangue attraverso le funzioni presenti nel fascicolo sanitario elettronico
    • Consultazione del fascicolo sanitario elettronico
    • Consultazione e stampa della posizione economica per il pagamento dei ticket
    • Registrazione del valore ISEE sulla carta sanitaria elettronica
    • Promozione dei servizi di sostegno ai malati di Alzheimer e alle loro famiglie attraverso la collaborazione di AIMA
    • Promozione del numero verde regionale per la prevenzione del suicidio
  1. Diritti di Cittadinanza:
  • Facilitazione all’accesso dei servizi collegati alla Carta dei Servizi Elettronica quali ad esempio:
    • Consultare l’iter del procedimento civile
    • Comunica con la pubblica amministrazione
    • Pagamento Bollo auto
  • Promozione dei servizi di assistenza al consumo
  • Facilitazione all’ Accesso dei Servizi del Difensore Civico Regionale quali ad esempio:
    • Aiuto alla presentazione di istanze
    • Appuntamenti tramite videoconferenza con lo staff del difensore civico
  • Facilitazione all’accesso dei Servizi del CORECOM
  • Promozione dei Servizi del Progetto Regionale GiovaniSì
  • Accesso guidato ai Servizi on line dell’INPS, quali ad esempio:
    • Stampa del CUD
    • Visualizzare la posizione INPS
  • Facilitazione all’accesso dei servizi per gli stranieri, quali ad esempio:
    • Accesso telematico alle informazioni ed ai servizi che coinvolgono le amministrazioni pubbliche e gli stranieri
    • Inoltro telematico delle domande al datore di lavoro
    • Risorse e opportunità per l’apprendimento della lingua italiana
  • Facilitazione all’accesso ai servizi postali on line
    • Spedire una raccomandata
    • Spedire una lettera
    • Spedire un pacco
    • Pagamento bollettini
  • Accesso al servizio di videoconferenza regionali
  1. Vivere il tempo e la cultura:
  • Facilitazione della mobilità in Toscana attraverso l’uso dell’apposito sito regionale
  • Consultazione dell’elenco strutture ricettive del territorio adeguate all’ospitalità delle persone con disabilità motoria e/o sensoriale
  1. Integrazione sociale e disabilità:
  • Supporto alla compilazione delle domande di sostegno alle famiglie previste dalla LR 45/2013 attraverso apposito applicativo regionale
  • Consulenze per l’adeguamento degli spazi domestici alle esigenze delle persone con difficoltà motorie e/o sensoriali
  • Risposte a quesiti e indicazioni su accessibilità di ambienti domestici
  • Indicazioni per la consultazione della normativa e della giurisprudenza in tema di barriere architettoniche
  • Facilitazione all’uso del sistema di iscrizione scolastica online

Oltre ai servizi di carattere standardizzato, la cui diffusione è effettuata attraverso mezzi telematici, presso ogni comune ve ne sono diversi che nascono dalla proattività dei singoli comuni che li hanno individuati raccogliendo le esigenze emergenti dal contesto locale.

Tra questi servizi ricordiamo:

  1.  Tra le attività sociali e sanitarie:
  • Prenotazione di visite specialistiche ed esami attraverso un coordinamento con il servizio CUP dell’azienda sanitaria di riferimento
  • Rinnovo esenzioni Ticket
  • Consegna e ritiro farmaci presso il punto ECCO FATTO! grazie alla collaborazione delle farmacie vicine in accordo con il comune di riferimento
  • Servizi di trasporto sociale e/o accompagnamento  per ritiro pensioni e/o attività diverse sul centro di riferimento più vicino (solitamente comune capoluogo)
  • Servizi di supporto all’attività di sorveglianza attiva sulle fasce deboli della popolazione (anziani, disabili, ecc.)
  1. Tra le attività di supporto all’esercizio dei diritti di cittadinanza:
  • supporto alla richiesta di esenzioni e/o rimborsi  ( ad esempio Bonus Energia e Fondo Utenze Deboli anche attraverso il supporto all’inserimento domande SGATE  - sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche );
  • Supporto alla gestione dell’attività di promozione turistica mediante azioni di front office con gli utenti e di back office attraverso la collaborazione delle agenzie di promozione del territorio;
  • Supporto ai servizi comunali on line (stampa e consegna certificati anagrafici e stato civile, ecc.)e/o ricezione e consegna modulistica specifica (ad esempio scolastica e sociale, consegna tesserini caccia, modulistica ricongiungimenti familiari, consegna a domicilio del modulo F24, autocertificazioni,  ecc. )
  • Supporto distaccato alle funzioni URP (attraverso ad esempio  la  presa in carico e gestione dei reclami)
  • Prestito librario
  • Attività di alfabetizzazione informatica

E’ importante sottolineare come questa seconda categoria di servizi - che hanno una genesi locale - ad oggi appare, a quasi 5 mesi dall’apertura, ancora notevolmente dinamica per cui si presume che ne proseguo delle attività dei singoli punti emergano ancora nuovi servizi che poi in alcuni casi possano essere messi a fattor comune attraverso una adeguata azione di disseminazione.

Grazie alla collaborazione con Regione Toscana entro marzo 2014 sarà possibile installare presso ogni punto un sistema di monitoraggio della domanda, mutuato dal sistema utilizzato dall’URP regionale, che ci consentirà con precisione di definire quantiqualitativamente la domanda di servizi presso i punti.

Ad oggi, a seguito di un monitoraggio spannometrico frutto di visite su tutti i punti possiamo rilevare una disomogeneità della domanda da punto a punto che dipende dal contesto sociale e morfologico in cui il punto è inserito oltre che da vincoli di ingresso all’accesso di taluni servizi (ad esempio per accedere ai servizi del fascicolo sanitario elettronico è necessario che questo sia stato attivato presso la ASL o presso una farmacia).

In generale comunque possiamo affermare che i servizi più richiesti sono:

  • trasporto verso centri abitati in cui sono presenti servizi che mancano sulla frazione in opera il punto ECCO FATTO!
  • rinnovo esenzioni ticket
  • prenotazioni CUP
  • consegna farmaci
  • compilazione e consegna autocertificazioni
  • aiuto nella compilazione dei contributi afferenti alla LR 45/2013
  • supporto alla richiesta di esenzioni e/o rimborsi

  • Nessun partecipante a questa discussione

REGISTRATI

Registrati alla community

Per poter commentare e caricare contenuti su questa piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

INVIA LA TUA STORIA

Invia una storia

GLI ULTIMI PROGETTI

OpenSchool_ErgoSud - RURAL MAKING LAB

Vai al progetto >>

Rural Making Lab_#OperaCollettiva di Pae...

Vai al progetto >>

ABC - Anziani Benessere Comunità

Vai al progetto >>
Tutti i progetti >>

ULTIMI ISCRITTI

Pier-Giuseppe Vissani - Comune/Unione dei Co... - Urbanista

enrico petriccioli - FEDERBIM - Vice Presidente

Alfonso Raus - Cittadinanzattiva on... - esperto di processi ...

Tutti gli iscritti >>