Cooperativa di Comunità Ture Nirvane

Nel corso del XX secolo, il villaggio medievale di Torri Superiore fu gradualmente abbandonato da tutti gli abitanti, cadendo in preda al degrado e  trasformandosi lentamente in un villaggio fantasma.

Le sue belle torri e le terrazze agricole erano completamente deserte e in rovina.  All’inizio degli anni ’90 l’Associazione Culturale Torri Superiore ha iniziato le trattative per l’acquisto delle case da un numero enorme di proprietari, attraverso un faticoso e lungo lavoro di ricerca e laboriose trattative. Lo scopo dell’Associazione era di trasformare il borgo in un Ecovillaggio, creando in loco residenze e risorse per una nuova comunità residente.

Nel corso degli anni successivi, un dettagliato studio della struttura degli edifici ha condotto all’elaborazione di un complesso progetto di restauro che bilancia le parti ad uso pubblico e quelle ad uso privato.

L’attento piano di restauro prevede la conservazione e riqualificazione dei caratteri medievali della struttura attraverso l’uso di materiali naturali ed eco-compatibili, dei principi della bioedilizia e di interventi   strutturali in armonia con l’ambiente circostante.

Per la gestione dei cantieri sono state impiegate piccole ditte locali con il sostegno costante dei membri dell’Associazione e dei residenti, e con il contributo generoso di gruppi di volontari da tutto il mondo.

I restauri sono iniziati nel 1997, e nel 2012 sono stati ultimati i lavori sulla struttura ricettiva e  21 unità abitative private su 22. Sono stati installati anche i pannelli solari per la produzione di acqua calda e di energia elettrica.

Restauro2VISTA

roof Map

L’Associazione Culturale Torri Superiore ha destinato una grande parte dell’ecovillaggio a centro culturale e ricettivo aperto al pubblico.

La struttura ricettiva comprende un centro vacanze con licenza di “Casa per Ferie”, un punto ristoro e ampie strutture dedicate alle attività formative, ai corsi e ai seminari. L’ospitalità è gestita dalla società cooperativa Ture Nirvane a r.l., fondata nel 1999 da membri dell’Associazione Culturale. Abbiamo scelto di costituire una cooperativa perchè siamo un’impresa non a fini di lucro, e crediamo nei valori della partecipazione diretta dei soci, in cui potere e responsabilità siano condivise.

La Cooperativa è formata da 7 soci ed impiega 4 persone, in maggioranza soci e donne. Viene sostenuta a titolo volontario dalla comunità residente in compiti quotidiani come gli acquisti, le pulizie e la cucina.

Obiettivi

L’Associazione Culturale Torri Superiore è stata fondata nel 1989 con lo scopo sociale di restaurare e ripopolare il villaggio medievale in stato di abbandono, di sostenere la creazione di una comunità residente, e di contribuire alla creazione di un Ecovillaggio e di un centro culturale aperto al pubblico. L’ Associazione conta circa 30 membri, sia residenti sia non residenti, e segue principi di sostenibilità, cooperazione e solidarietà. L’Associazione non ha posizioni politiche, ideologiche o religiose. La creazione della cooperativa di comunità ha permesso di gestire in modo più professionale l'accoglienza turistica, creando nuovo lavoro per quattro persone.

Partnership

Ecovillaggio Torri Superiore, Lega Coop Liguria, Banca Popolare Etica, Cooperfidi Italia, Confcommercio

Risultati

Sociale La comunità residente si incontra una volta alla settimana e utilizza il metodo decisionale del consenso. Anche l’associazione culturale si sta orientando verso l’utilizzo di questo metodo nelle proprie riunioni. La cooperativa Ture Nirvane (a maggioranza femminile) dà lavoro ad alcuni residenti e applica pratiche di mutualità interna e verso terzi. Partecipa ad un programma regionale sulla responsabilità sociale delle imprese (www.responsabilitasociale.coop/index.php/la-piazza) per la redazione del bilancio sociale. Restauro Nelle opere di restauro usiamo pietra naturale locale, calce (per gli intonaci e le pitture murali) e materiali isolanti naturali (sughero, fibre di cocco). Tutti serramenti sono in legno sostenibile, ed usiamo smalti e pitture murali ecologiche. Produciamo l’acqua calda con pannelli solari, ed abbiamo impianti di riscaldamento a bassa temperatura sia nella struttura ricettiva sia in alcune case private (in cui comunque non superiamo i 18°C). Gran parte dell’energia elettrica del centro culturale viene autoprodotta con i pannelli fotovoltaici. Abbiamo costruito un compost toilet (in funzione all’esterno), ed un piccolo impianto di fitodepurazione per un’unità abitativa privata. Alimentazione Abbiamo diversi orti e frutteti, ispirati ai principi della permacultura, che forniscono verdura e frutta fresca, ed altre coltivazioni sono in via di realizzazione. Le nostre galline forniscono ottime uova fresche. Produciamo in casa molti alimenti: olio d’oliva, pane, pasta fresca, miele, marmellata, yogurt, gelato, tisane di erbe locali. Il cibo che acquistiamo è in gran parte biologico, o di provenienza locale, o almeno nazionale. Non usiamo alimenti surgelati, precotti, geneticamente modificati, basi pronte, e in inverno usiamo il forno a legna per pane e pizze. Riciclaggio Tutti gli scarti di cibo vengono usati per nutrire gli animali o sono compostati. Facciamo la raccolta differenziata di tutti i nostri rifiuti, e riutilizziamo e ricicliamo tutto il possibile. Trasporto Abbiamo in tutto 5 automobili per 20 residenti, ed incoraggiamo l’uso del trasporto pubblico anche per gli ospiti (treno e corriera locale). Abbiamo anche due bellissimi asini che usiamo per trasporto da e per le campagne. Abbiamo ancora molti progetti per far crescere l’ecovillaggio: con il termine del restauro del centro culturale e delle abitazioni private, abbiamo incrementato la quantità di pannelli solari termici ed installato l’impianto fotovoltaico. Vogliamo aumentare il più possibile la quantità di cibo autoprodotto con metodi permaculturali e sostenibili, e ridurre al minimo la quantità di rifiuti chiudendo sempre più i relativi cicli. Dal 2010 organizziamo il programma culturale “Vivere la transizione”, corsi e seminari sulla sostenibilità per diffondere le informazioni che abbiamo appreso nel corso del tempo.

 

  • Nessun partecipante a questa discussione

REGISTRATI

Registrati alla community

Per poter commentare e caricare contenuti su questa piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

INVIA LA TUA STORIA

Invia una storia

GLI ULTIMI PROGETTI

OpenSchool_ErgoSud - RURAL MAKING LAB

Vai al progetto >>

Rural Making Lab_#OperaCollettiva di Pae...

Vai al progetto >>

ABC - Anziani Benessere Comunità

Vai al progetto >>
Tutti i progetti >>

ULTIMI ISCRITTI

Pier-Giuseppe Vissani - Comune/Unione dei Co... - Urbanista

enrico petriccioli - FEDERBIM - Vice Presidente

Alfonso Raus - Cittadinanzattiva on... - esperto di processi ...

Tutti gli iscritti >>