Algudnei

Algudnei è un progetto di conoscenza e valorizzazione delle risorse culturali del territorio del Comelico sul modello di un ecomuseo. Promosso dal Gruppo di Ricerche Culturali di Comelico Superiore, una associazione attiva in Comelico fin dal 1984, Algudnei è prima di tutto un insieme articolato di spazi di conoscenza e di scambio, ai quali sono connesse diverse attività:

– un centro di documentazione, che raccoglie le collezioni del Gruppo (una piccola biblioteca specializzata, fotografie, filmati d’epoca, oggetti della tradizione, ecc.);

– una sala conferenze con cinquanta posti a sedere, dove si svolge l’assemblea della Regola di Dosoledo e dove si organizzano gli eventi culturali di Algudnei; la sala è a disposizione anche per incontri di terzi (gruppi, associazioni, istituzioni) che abbiano per oggetto la valorizzazione e lo sviluppo del Comelico;

– un ampio spazio espositivo dove vengono divulgati i risultati delle ricerche che il Gruppo e altri studiosi svolgono sul territorio e sulla cultura ladina del Comelico. Le sezioni espositive toccano alcuni argomenti importanti per la valle: la storia e il ruolo delle Regole, le comunioni famigliari che conservano le proprietà colettive degli anichi originari; le vicende che hanno trasformato in passato il paesaggio del Comelico (il Rifabbrico, la Grande Guerra); le feste e i mestieri della tradizione (il Carnevale ladino, il mestiere dei clonpar); la lingua ladina che si parla in valle.

Algudnei è uno spazio dinamico: ogni venerdi organizza oppure ospita eventi culturali: conferenze, proiezioni, concerti, dibattiti, pièce teatrali, occasioni di festa. Durante la settimana Algudnei ospita diverse attività con le scuole.

Lo staff di Algudnei infine partecipa attivamente a ricerche storico-archeologiche promosse dal Gruppo di Ricerche di Comelico Superiore (scavi del quadriburgium di Monte Croce, Grande Guerra) ed è in collegamento con le altre associazioni culturali della valle.

Il termine d’invenzione scelto per indicare questo progetto, “algudnei“, unisce in una sola le parole ladine “algu” = qualcosa, poche cose, diverse e collegate tra loro, e “nei” = noi. Algudnei offre qualcosa di noi, della cultura della nostra valle.

Algudnei è in internet:

www.algudnei.it (visita virtuale allo spazio espositivo)

http://algudnei.wordpress.com (blog)

https://it-it.facebook.com/algudnei

https://twitter.com/algudnei



    • foto progetto
    • foto progetto
    • foto progetto
    • foto progetto
    • foto progetto
    • Non sono presenti allegati per questo progetto.

Obiettivi

Gli spazi di Algudnei sono stati aperti per raccontare alcuni aspetti di una cultura antica e ricca, la cui esistenza è stata messa a dura prova dalla modernità ma che è sopravvissuta, sebbene in forma frammentaria, ed è ancora capace di parlare, sia agli abitanti della valle che agli ospiti che la frequentano. In questo luogo si cerca di stabilire un legame tra il passato e il futuro che la comunità del Comelico vuole costruire.
Gli obiettivi di Algudnei sono:
- studiare e documentare il territorio e la cultura locale;
- divulgare i risultati di ricerche relative al Comelico;
- sostenere l'offerta culturale in un centro minore;
- promuovere il patrimonio culturale della valle tra gli abitanti e tra i visitatori;
- collegare il passato e le tradizioni della valle con i progetti per il futuro.
Il Gruppo di Ricerche Culturali di Comelico Superiore, realizzatore e proprietario degli allestimenti museali di Algudnei, promuove e finanzia, in collaborazione con la Regola di Dosoledo: ricerche documentali di ogni natura riguardante la cultura locale, in particolare relative al patrimonio documentale e archivistico della valle; acquisizione di collezioni di archeologia protoindustriale riferente alle attività di stagnino, produzione di stufe a legna, di calzature, risalenti ai primi decenni del novecento; ricerche e scavi in ambito archeologico, ricognizioni aeree con tecnologie Lidar volti alla rilevazione di presenze archeologiche in Comelico; progetti e realizzazioni di arredi urbani dedicati a Dosoledo comprendenti tabellonistica turistico-culturale, immagini fotografiche diffuse documentanti le antiche contrade ora scomparse, pannelli con i segni di casa, ecc.; studio e valorizzazione delle realtà belliche relative alla Grande Guerra e delle fortificazioni militari presenti nel territorio del Comelico; realizzazione di nuovi spazi museali: archeologia, grande guerra, lingua ladina, prima emigrazione organizzata degli stagnini; studio e realizzazione di progetti volti alla valorizzazione delle grandi eccellenze culturali, storiche ed ambientali presenti in valle in collaborazione con gli Enti Pubblici del territorio.

Partnership

Algudnei è stato messo a punto dal Gruppo di Ricerche Culturali di Comelico Superiore e della Regola di Dosoledo, grazie anche ai finanziamenti della Fondazione Cariverona e della Regione del Veneto e con il generoso contributo volontario di: Giovanni Albertin e Daniele Pessotto (Albertin & Company srl - Conegliano), falegnameria; Gianluca ed Emanuele Carbogno, Daniele Costan, Sandra D’Ambros De Francesco, Ido De Martin Fabbro, Siro De Martin d’Orsola, Paola De Monte Pangon, Il vecchio e il nuovo arredamenti, Novalegno legnami, Osta Giorgio falegnameria, Osta i tuttolegno arredi, Riccardo Sacco Panchia, Valente Sacco Proila, Cesarino Staunovo Polacco.
Coordinamento generale: Arrigo De Martin Mattiò.
Coordinamento scientifico: Viviana Ferrario (Università Iuav di Venezia).
Grafica, progetto dei contenuti e dell'allestimento, website, socialmedia: Andrea Turato (Patchwork StudiArchitettura - Padova/San Nicolò di Comelico), con la collaborazione di Amelia Laura Maris, Marianna Mazzucco, Franco Mavolo, Giulia Moschini, Chiara Quaglia, Francesca Peroni, Nina Rupcic, Elisa Zaccaria.
Ricerche e materiali in esposizione: Piergiorgio Cesco Frare, Lodovico De Cesero, Lucio Eicher Clere, Viviana Ferrario, Antonio Genova, Cristina Ianniello, Daniela Sacco, Sergio Sacco, Andrea Zambelli, Giandomenico Zanderigo Rosolo, Stefano Zandonella Golin, Dino e Gino Zandonella Sarinuto.

Risultati

Dalla sua inaugurazione nel 2011 Algudnei è diventato rapidamente un punto di riferimento per la vita della valle. In questi tre anni lo spazio espositivo è stato visitato da circa 2500 visitatori, tra cui più di 500 alunni della scuola dell'obbligo. Algudnei ha organizzato finora 146 eventi culturali, seguiti complessivamente da oltre 7000 persone. Algudnei raggiunge via facebook/twitter/wordpress oltre 2000 persone in Italia e all'estero.
Algudnei è parte della "Rete Museale Cadore-Dolomiti" e della "Rete dei Musei del Comelico e Sappada".
Il Gruppo di Ricerche Culturali ha promosso gli scavi archeologici che hanno portato alla recente scoperta del quadriburgium di Monte Croce, risalente al IV sec. d.c.
Il Gruppo di Ricerche Culturali ha ideato e realizzato i "Trois", quattro itinerari escursionistico-artistici che uniscono le frazioni del Comune di Comelico Superiore con una teoria di sculture lignee create da artisti locali. Le visite guidate sono gestite ora dall'associazione culturale Chei d Santa Plonia.

  • Nessun partecipante a questa discussione

REGISTRATI

Registrati alla community

Per poter commentare e caricare contenuti su questa piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

INVIA LA TUA STORIA

Invia una storia

GLI ULTIMI PROGETTI

Setteborghi

Setteborghi

Vai al progetto >>
OpenSchool_ErgoSud - RURAL MAKING LAB

OpenSchool_ErgoSud - RURAL MAKING LAB

Vai al progetto >>
#OperaCollettiva di Paesaggio - RuralMaking Lab

#OperaCollettiva di Paesaggio - RuralMak...

Vai al progetto >>
Tutti i progetti >>

ULTIMI ISCRITTI

Pier-Giuseppe Vissani - Comune/Unione dei Co... - Urbanista

enrico petriccioli - FEDERBIM - Vice Presidente

Alfonso Raus - Cittadinanzattiva on... - esperto di processi ...

Tutti gli iscritti >>