Per.Sir – Verso la Smart City

L’Amministrazione offerente (PERUGIA) trasferirà all’Amministrazione destinataria (SIRACUSA) i processi che hanno condotto alla realizzazione della centrale, attualmente operativa, di monitoraggio e gestione del traffico privato e pubblico.
Sulla base dell’esperienza maturata nell’arco di quindici anni e grazie alle opportunità colte di volta in volta nell’ambito di diversi progetti – nazionali ed internazionali – Perugia indicherà a Siracusa un percorso sistematico, fatto di fasi il cui completamento condurrà all’implementazione della centrale di monitoraggio (nella sua configurazione base, con le risorse di PER-SIR).
Rimandando, per una descrizione più dettagliata, al successivo paragrafo 6, in estrema sintesi il trasferimento della buona pratica è stato suddiviso nelle seguenti fasi:
– Fase preparatoria: in questa fase sarà condotta un’analisi accurata dello stato dell’arte nell’Amministrazione destinataria per poi procedere alla redazione di un progetto che comprenderà due possibili configurazioni (base e avanzata).
– Fase di acquisizione: affinchè Siracusa possa dotarsi di tutto quanto necessario alla realizzazione della centrale di monitoraggio, Perugia offrirà la propria esperienza acquisita in merito alla redazione dei documenti propedeutici all’indizione dei bandi di gara (per es. capitolato di gara e relativi eventuali allegati tecnici, bozza di disciplinare di gara, etc.). Perugia garantisce disponibilità anche a fare parte della Commissione aggiudicatrice e a sovrintendere le operazioni di collaudo integrato del sistema centrale e delle periferie.
– Fase di training: sulla base dell’esperienza acquisita nella gestione della centrale di monitoraggio attualmente operativa, Perugia provvederà a redigere guide operative supplementari rispetto ai manuali d’uso forniti insieme ai sistemi implementati. Personale in forza all’Amministrazione, inoltre, condurrà sessioni di addestramento on the job alle varie tipologie di addetti operanti sul sistema (amministratore, analista dei dati, manutentore, etc.).

Dal punto di vista operativo, le principali attività di gemellaggio si articoleranno:
– nell’analisi dello stato dell’arte delle dotazioni HW e SW del Comune di Siracusa e nella redazione del progetto della centrale di monitoraggio;
– nella definizione dell’architettura di sistema di un centro di raccolta, elaborazione e diffusione dei dati relativi alla mobilità, al fine di migliorare la conoscenza delle condizioni di traffico a fini statistici, raffinare la capacità di previsione e di controllo dei flussi, elaborare informazioni di supporto alla gestione tempestiva della sicurezza, delle congestioni, dell’impatto ambientale, ridurre i tempi di viaggio attraverso l’informazione all’utenza, utilizzare rappresentazioni dati su GIS con cartografia;
– nell’elaborazione di sistemi periferici di acquisizione dati sui flussi di traffico, attraverso l’individuazione di un’area di intervento di test e la costruzione di una rete per il monitoraggio del traffico che, mediante la scelta di adeguate tecnologie e strategie di campionamento, sia in grado di rilevare lo stato del traffico in quell’area;
– nella definizione di una rete di comunicazione e coordinamento delle infrastrutture dedicate alla segnalazione di informazioni sul traffico in tempo reale, sulla disponibilità di aree di sosta e di parcheggio, sulla chiusura o apertura di determinate zone cittadine al traffico privato, in tempo reale nelle aree di azione della mobilita privata;
– nella redazione di capitolati tecnici per l’individuazione dei sistemi di monitoraggio dei mezzi del trasporto pubblico capaci di monitorare la posizione geografica del mezzo in tempo reale e per la fornitura delle dotazioni funzionali alla realizzazione della centrale di monitoraggio;
Con il gemellaggio “Per-Sir. Verso la Smart City”, l’Ufficio del Beneficiario del DPS, grazie al PON Governance e AT 2007-2013 e alla collaborazione di INVITALIA, patrimonializza nella programmazione comunitaria una delle migliori esperienze realizzate dal sistema pubblico nazionale, valorizzandone l’investimento e moltiplicandone l’impatto di innovazione per il sostegno della strategia di sviluppo e coesione delle regioni della Convergenza.

Obiettivi

L’obiettivo del gemellaggio, pertanto, si può sintetizzare nel trasferimento, da parte del Comune di Perugia, di tutti i modelli - sperimentati con successo – per l’implementazione presso il Comune di Siracusa della centrale di monitoraggio e gestione del traffico, pubblico e privato.

Più in dettaglio, il gemellaggio (come meglio spiegato al successivo paragrafo 6) riguarderà il trasferimento di tutta l’expertise necessaria alla realizzazione del sistema nella sua complessità e versatilità ma sarà implementato – nell’ambito del progetto PER-SIR – nella sua configurazione minima (dimostratore pilota), quella necessaria a garantire le funzioni di base. Alla città di Siracusa resterà la possibilità di nuovi futuri sviluppi, già progettati in sede di gemellaggio, da implementare con risorse proprie.

L'utilizzo dei metodi, dei sistemi e delle tecnologie già sperimentate dal Comune di Perugia consentiranno al Comune di Siracusa di attuare politiche tendenti alla massima diversione modale ponendo in essere ogni azione utile a disincentivare l'utilizzo del mezzo privato favorendo, di contro, quello del trasporto collettivo a cominciare dall'ottimizzazione dell'uso delle infrastrutture esistenti, dall'attuazione dei principi della intermodalità e di quant'altro, anche a livello urbanistico (ZTL, Zone 30, Parcheggi scambiatori, Corsie preferenziali, nuove infrastrutture, etc.) possa consentire la rapida mitigazione dei fenomeni attualmente riscontrati e che penalizzano fortemente la qualità della vita degli abitanti del comprensorio siracusano.

Risultati

I sopra citati progetti CONCERTO e INFO CITY (per citare i principali) intrapresi dal Comune di Perugia, hanno perseguito l'obiettivo più generale di spingere il Sistema Paese verso l'innovazione nel campo della mobilità consentendo alla città di Perugia di sviluppare un modello che può essere adottato su scala nazionale, basato sulla standardizzazione dei servizi e dei modelli gestionali e in grado di garantire l'interoperabilità tra i veicoli circolanti ed i centri di gestione della mobilità delle diverse aree urbane.

Quale conseguenza, attualmente a Perugia, è operativa una centrale di monitoraggio e gestione del traffico dove sistemi di diversa natura (quali, per esempio, il controllo degli accessi ad aree a traffico limitato, il controllo semaforico, l’instradamento collettivo del traffico tramite messaggi variabili, il controllo dei parcheggi, l’informazione multimediale all’utenza, il monitoraggio del trasporto pubblico, il monitoraggio ambientale, ecc.) interagiscono dinamicamente e cooperano perseguendo obiettivi strategici comuni.

Compito fondamentale della centrale è l’elaborazione di strategie di osservazione e controllo con l’obiettivo di ottimizzare l’uso della rete stradale mediante la fluidificazione e la distribuzione del traffico, la limitazione o riduzione dell’accesso alle zone critiche per congestione e condizioni ambientali, il supporto a soluzioni di trasporto intermodali e l’informazione coerente all’utenza del trasporto privato.

La creazione della centrale di monitoraggio è l’elemento chiave che consente l’automatizzazione, da molteplici punti di vista, dell’attuazione di scenari del tipo “What if”: per esemplificazione si riportano due strategie attualmente in atto nella città di Perugia, una dipendente dal livello di rischio, calcolato in tempo reale, su ciascun arco della rete stradale, l’altra consistente nella priorizzazione (attiva esclusivamente qualora il mezzo pubblico sia in ritardo o al massimo puntuale) dei mezzi per il TPL alle principali intersezioni semaforiche cittadine. Entrambi questi sistemi sono applicazioni verticali che si basano sul database gestito dalla centrale di monitoraggio e non potrebbero esistere senza di essa.

Dal punto di vista operativo, le strategie di controllo stabilite dal Supervisore operano in accordo ad un “monitoraggio continuo della rete” e tendono a mantenere (o riportare) la rete di trasporto in uno stato di equilibrio per mezzo del coordinamento delle diverse misure ed azioni attuate dai singoli sistemi integrati.

Gli ‘squilibri’ nella rete, possono nascere da cause differenti ed essere più o meno diffusi in ambito spaziale. Inoltre tali ‘squilibri’ possono avere carattere ricorrente oppure casuale (relativi ad eventi). Il Supervisore possiede capacità di intervento in presenza di qualsiasi tipologia di squilibrio.

Allo scopo, i compiti chiave svolti dal Supervisore sono:

        Rappresentazione dinamica ed omogenea dello stato del traffico sull’intera area e costruzione dinamica del modello della domanda. Ciò viene svolto attraverso la raccolta e la “fusione” delle informazioni fornite dai sistemi e dalle infrastrutture adibite al monitoraggio del traffico e dei trasporti.

        Aggiornamento dinamico del modello dell’offerta, attraverso la raccolta dei dati resi disponibili dai sistemi di monitoraggio e di controllo e dall’interazione con gli Enti preposti alla programmazione ed alla gestione degli interventi sulla rete stradale, i parcheggi e le infrastrutture.

        Coordinamento dei sistemi di controllo, gestione ed informazione inseriti nell’architettura integrata. Il coordinamento avviene tramite la definizione di strategie di controllo che tutti i sistemi, in grado di influire sul traffico e sulla domanda di trasporto, sono chiamati ad attuare, ciascuno secondo le azioni che gli sono proprie.

Sulla base delle misure di traffico, delle informazioni ambientali e di disponibilità della rete di trasporto, nonchè sulla base delle grandezze stimate e modellate, il Supervisore costruisce e mantiene continuamente aggiornata una base dati ampia e consistente sulle caratteristiche del traffico e della viabilità.

Tra i principali risultati ottenuti, a Perugia, si ritiene opportuno citare i seguenti:

Per quanto concerne la mobilità pubblica:

-          A seguito dell’implementazione del sistema adattivo di controllo del traffico (priorizzazione semaforica per i mezzi del TPL) si è registrata una riduzione media della coda all’intersezione pari a circa il 35-40% nel pomeriggio e durante l’ora di punta serale.

-          Durante le ore di punta la velocità media è aumentata mediamente del 3,9% (con punte del 7,4% in alcuni tratti stradali); durante le ore di morbida è cresciuta mediamente del 1,2% (con punte del 3,3%).

-          Il tempo medio di viaggio è diminuito mediamente del 3,8% (con punte del 7,6%).

-          A parità di condizioni di traffico, il consumo medio di carburante è passato da 1,99 Km/l a 2,1 Km/l (circa l’8,7% di risparmio).

-          L’affidabilità del servizio di Trasporto pubblico è cresciuta segnando un -23% nel ritardo medio.

Per quanto concerne la mobilità privata:

-          Il tempo di viaggio è diminuito con punte fino al 15%.

-          Il tempo di attesa alle intersezioni e le code sono diminuite con punte del 50%.

-          Il consumo medio di carburante e le emissioni sono diminuiti con punte fino al 10% nelle aree urbane.

-          Implementazione del sistema in grado di comunicare in tempo reale, tramite i PMV ubicati lungo le principali direttrici di accesso all’area urbana, il tempo previsto per l’attraversamento della Galleria Kennedy (uno dei tratti più sensibili dell’intera rete stradale cittadina) ed il possibile itinerario alternativo nel caso che il tempo previsto superi una certa soglia prestabilita.

-          Creazione di una ZTL allargata (rispetto alla ZTL centro storico) per il controllo e la gestione degli accessi dei bus turistici (mezzi ingombranti più in generale) descrivere;

FORUM PA

Durante il Forum PA si è parlato diffusamente sull’importanza del trasferimento delle “buone pratiche” con la presenza di numerosi sindaci.

Discussioni nel Gemellaggio

"Per.Sir - Verso la Smart City"

Questa è una discussione generale relativa al gemellaggio. Partecipa anche tu e lascia la tua testimonianza.

30/05/2014 - 0 partecipanti Vai alla discussione >>

LIVE STREAMING

UNISCITI ALLA COMMUNITY!

Registrati alla community

Per commentare e caricare contenuti sulla piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

BUONE PRATICHE CERCO/OFFRO

Invia una storia

GLI ULTIMI GEMELLAGGI

Numero Unico Pronto Intervento - NU112

Vai al gemellaggio >>

La Governance della Smart City and Community. BG -LE

Vai al gemellaggio >>

Le Ferrovie dimenticate e le vie del Gusto

Vai al gemellaggio >>
Tutti i gemellaggi >>

ULTIMI ISCRITTI

Maico Centis

Maico Centis - Comune di Pordenone - Project manager

Iscritto da 5 mesi. Ultimo login @ 16 Aprile 2018
user avatar

Isabella Tisci - Regione Puglia - Funzionario

Iscritto da 5 mesi. Ultimo login @ 10 Aprile 2018
user avatar

PATRIZIA VEZZOSI - Istituto Comprensivo Vinci (FI) - Docente Arte e Immagine - Resp. Progetti didattici

Iscritto da 5 mesi. Ultimo login @ 03 Aprile 2018
Tutti gli iscritti >>