Gestione e Valorizzazione dei Siti Unesco.

La Lombardia è attualmente la regione italiana con il maggior numero di siti UNESCO. Proprio in considerazione di questa evidente e diffusa rilevanza, negli ultimi anni l’impegno della Regione Lombardia si è accresciuto ed è stato rivolto ad una promozione più organica ed efficace delle valenze culturali e turistiche dei propri siti UNESCO, recependo una specifica raccomandazione del Consiglio Regionale. A tale scopo, la Regione Lombardia ha integrato le competenze dell’Assessorato alle Culture Identità e Autonomie con quelle dell’Assessorato al Commercio e Turismo e Servizi, quelle dell’Assessorato ai Sistemi verdi e paesaggio e quelle dell’Assessorato Territorio e Urbanistica.
Nello specifico, delle attività di coordinamento degli interventi a favore dei siti UNESCO si è fatta carico la Direzione Culture Identità e Autonomie , indirizzando il proprio intervento al sostegno e alla promozione della presentazione di nuove candidature e impegnandosi inoltre nella diffusione delle conoscenze sul patrimonio relative ai luoghi già inseriti nella lista UNESCO.
L’intervento regionale sui siti UNESCO si è esplicato con diverse modalità e, in particolare:
• sottoscrizione di intese per la predisposizione dei piani di gestione;
• finanziamento di interventi di conservazione e restauro dei beni, adeguamenti strutturali per il
• miglioramento della loro fruizione e accessibilità (realizzazione di percorsi ciclabili, posa di indicazioni stradali, abbattimento di barriere architettoniche per un importo che supera -nel triennio 2008-2013- gli 11 milioni di Euro);
• interventi tradizionali di promozione del patrimonio (posa di pannelli, predisposizione, traduzione e diffusione di materiale promozionale);
• realizzazione di materiale multimediale, sostegno alla produzione di documentari, promozione di studi e ricerche finalizzati alla scelta delle migliori modalità di gestione dei siti;
• scelta dei siti UNESCO come ideale location per le manifestazioni culturali e teatrali promosse dalla Regione (come nel caso degli spettacoli tenutisi a Castelseprio e in Valcamonica nell’ambito della rassegna regionale “Oltre il Palcoscenico”).
Agli interventi di sostegno finanziario, che hanno consentito l’erogazione di specifici contributi agli enti titolari dei beni (in diversi bandi regionali l’appartenenza ad un sito UNESCO consente l’attribuzione di una premialità di punteggio), la Regione Lombardia ha, inoltre, affiancato una capillare attività di conoscenza, promuovendo e finanziando campagne di schedatura e catalogazione dei beni, poi inseriti nel Sistema Informativo regionale per i Beni Culturali (SIRBeC), analogamente a quanto realizzato dalla Regione Campania in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania.

Obiettivi

Lo straordinario patrimonio culturale e paesaggistico della Campania comprende attualmente cinque siti UNESCO, ai quali si aggiungono siti di straordinario valore storico, archeologico e monumentale. La valorizzazione e messa in rete di questi siti rappresenta una delle principali strategie dell’Obiettivo Operativo 1.9 “Beni e siti culturali”, individuato nell’ambito del PO FESR Campania 2007-2013. Tale esigenza nasce da una riflessione sui risultati della precedente programmazione che, pur avendo restituito alla fruizione pubblica molte pregevoli opere architettoniche, archeologiche e monumentali attraverso massicce azioni di recupero e restauro, non ha ancora, però, portato alla piena e puntuale definizione di modelli di gestione in grado di costruire un sistema integrato di valorizzazione e fruizione, anche ai fini turistici, del patrimonio culturale campano.
Obiettivo del gemellaggio è, pertanto, quello di approfondire le conoscenze e rafforzare le
competenze del personale degli uffici della UOD “Promozione e Valorizzazione dei Beni Culturali” della Regione Campania, in materia di gestione e valorizzazione dei siti UNESCO, ai fini della costituzione di una struttura operativa regionale appositamente preposta, attraverso il trasferimento delle metodologie e buone pratiche elaborate ed attuate in proposito dalla Regione Lombardia.
Il gemellaggio assume, inoltre, particolare valore in relazione alla presenza in entrambe le regioni di beni compresi nel sito interregionale “Italia Langobardorum. I Longobardi in Italia, i luoghi del potere (568 – 774 d. C.)”, costituito dal complesso delle testimonianze monumentali lasciate dai Longobardi nella nostra penisola, la cui iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, sancita a Parigi nel giugno 2011, è stata sostenuta da una rete di 37 partner in tutto il territorio italiano.

Risultati

L’esperienza acquisita dalla Regione Lombardia costituisce un caso di eccellenza in quanto ha dotato i funzionari regionali di una serie di strumenti operativi e metodologici che ha consentito loro di partecipare attivamente e con validi contributi tecnici ai tavoli di lavoro istituiti per la predisposizione e redazione dei piani di gestione e di collaborare nelle strutture di indirizzo e coordinamento istituite nei siti UNESCO.
L’impegno della Regione Lombardia assume un carattere di esemplarità anche per l’insieme di
azioni messe in campo per il coinvolgimento, ove possibile, delle sedi regionali distaccate, secondo una logica di decentramento in grado di coniugare le esigenze di sussidiarietà e sostegno alle realtà locali con quelle di rilevanza internazionale legate al riconoscimento UNESCO.
Significativa è anche l’attenzione riservata, attraverso un processo di partecipazione e condivisione, alla messa in rete di tutti i siti lombardi, coinvolti in un progetto integrato per la realizzazione di iniziative di valorizzazione e promozione coordinate. In particolare, nel mese di dicembre 2010 è stata sottoscritta un’Intesa tra Regione Lombardia, Ministero per i beni e le attività culturali (Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia e Soprintendenza per i beni archeologici della Lombardia), Regione Piemonte e tutti i referenti dei siti UNESCO lombardi, con cui è stato dato mandato alla DG Culture Identità e Autonomie della Regione Lombardia di coordinare e promuovere la realizzazione di progetti integrati di valorizzazione dei siti. A valle dell’Intesa, è stato infatti possibile elaborare il progetto integrato “Siti UNESCO di Lombardia, conoscenza tutela e valorizzazione” i cui obiettivi sono:
Promuovere attraverso la realizzazione di prodotti e interventi di comunicazione coordinati l’immagine dei siti UNESCO regionali, raggiungendo una larga utenza, con particolare attenzione a quella scolastica.
Incrementare il turismo culturale e la fruizione sostenibile dei siti, promuovendo itinerari regionali e percorsi di visita attenti a tutte le specificità locali.
Aumentare la qualità delle informazioni sui valori della lista UNESCO e sulle caratteristiche che rendono unici i siti lombardi.
Sensibilizzare i cittadini e le giovani generazioni sui temi della conservazione del proprio patrimonio culturale.
Promuovere l’attrattività complessiva dei siti integrandola anche con la promozione delle
tipicità enogastronomiche locali.
Il progetto si declina nella seguenti fasi operative:
Formalizzazione di un tavolo regionale (il cui insediamento è avvenuto il 12 maggio
2011) di raccordo dei siti UNESCO. I referenti individuati avranno innanzitutto il compito di seguire le attività con una ricaduta sui propri territori.
Creazione di una specifica sezione del portale regionale dedicato alla diffusione della
conoscenza dei siti, connessa con tutti i portali territoriali.
Realizzazione di specifici interventi di comunicazione coordinata per i siti e stampa di pubblicazioni dedicate
Promozione di eventi itineranti dedicati alla promozione dei valori Unesco.

Discussioni nel Gemellaggio

Gestione e Valorizzazione dei Siti Unesco.

Questa è una discussione generale relativa al gemellaggio. Partecipa anche tu e lascia la tua testimonianza.

18/05/2015 - 0 partecipanti Vai alla discussione >>

LIVE STREAMING

UNISCITI ALLA COMMUNITY!

Registrati alla community

Per commentare e caricare contenuti sulla piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

BUONE PRATICHE CERCO/OFFRO

Invia una storia

GLI ULTIMI GEMELLAGGI

Numero Unico Pronto Intervento - NU112

Vai al gemellaggio >>

La Governance della Smart City and Community. BG -LE

Vai al gemellaggio >>

Le Ferrovie dimenticate e le vie del Gusto

Vai al gemellaggio >>
Tutti i gemellaggi >>

ULTIMI ISCRITTI

Maico Centis

Maico Centis - Comune di Pordenone - Project manager

Iscritto da 6 mesi. Ultimo login @ 16 Aprile 2018
user avatar

Isabella Tisci - Regione Puglia - Funzionario

Iscritto da 6 mesi. Ultimo login @ 10 Aprile 2018
user avatar

PATRIZIA VEZZOSI - Istituto Comprensivo Vinci (FI) - Docente Arte e Immagine - Resp. Progetti didattici

Iscritto da 6 mesi. Ultimo login @ 03 Aprile 2018
Tutti gli iscritti >>