“B.I.M. – Biblioteche in movimento”

Questa è una discussione generale relativa al gemellaggio. Partecipa anche tu e lascia la tua testimonianza.

aperta il 23/05/20142 partecipanti

    3 Responses to ““B.I.M. – Biblioteche in movimento””

    1. Valerio Ciaccia Valerio Ciaccia ha detto:

      Dal Consorzio SBCR pubblichiamo un articolo della rivista Vivavoce, che tra l’altro è una delle buone pratiche come progetto redazionale che stiamo trasferendo ai Sistemi Bibliotecari Vibonese e Lametino, sulle prime riflessioni dopo un anno di avvio del progetto.

      Prime riflessioni ad un anno dall’avvio di BIM.
      Il progetto BIM (Biblioteche in Movimento) frutto del gemellaggio tra il sistema bibliotecario castelli romani e i sistemi bibliotecari calabresi – lamentino e vibonese – è giunto oltre la metà del guado e merita alcune considerazioni. Intanto un riconoscimento e un grazie a tutta la struttura operativa del Consorzio e ai colleghi calabresi per essere riusciti, con il treno in corsa e in salita, a svolgere il lavoro di trasferimento – il progetto prevede infatti che il Consorzio trasferisca in Calabria alcune delle pratiche di successo dell’SBCR- secondo i tempi e le modalità approvate nell’ambito del DPS AGIRE POR 20017/13. Un riconoscimento che lo stesso Ministero dello sviluppo economico ci ha fatto pervenire indicando la nostra esperienza come una di quelle virtuose, sulle quali punterà senz’altro nel predisporre i bandi della programmazione 2014/20.
      Il Consorzio SBCR considera quindi e vuole fare di questa esperienza una nuova opportunità per allargare la sua presenza e la sua originale riconoscibilità nel panorama nazionale delle biblioteche pubbliche. Tale considerazione non è affatto da trascurare non solo per le eventuali risorse economiche che potrebbero arrivare a sostegno del progetto della Grande Biblioteca dei Castelli Romani, ma perché tali riconoscimenti si sommano ad una serie di sollecitazioni che ci provengono da più parti d’Italia per conoscere più da vicino la nostra esperienza e utilizzarne i risultati. Non solo quindi dalla Calabria, ma dal sistema bibliotecario sud pontino, a quello del nord ovest di Milano passando per Roma, Verona e Trento, le innovazioni introdotte dal nostro modello di biblioteca pubblica sono oggetto di interesse, curiosità e grande considerazione. Questo non significa che gli scambi e i rapporti con altre realtà bibliotecarie siano a senso unico, al contrario la trasferibilità di un’esperienza implica per chi la compie riflettere e ragionare su di essa, coglierne non solo la positività ma i margini di miglioramento, significa saperla adattare ad altre realtà spesso profondamente diverse pur se con presupposti di similarità, obbliga a continui aggiustamenti lungo il percorso di trasferimento. Tutto questo fa crescere competenze e capacità che ritornano all’ente da cui si è partiti.

      scritto da Ester Dominici – Direttore del Consorzio SBCR

    2. Valerio Ciaccia Valerio Ciaccia ha detto:

      Dal Consorzio SBCR pubblichiamo un articolo della rivista Vivavoce, con l’auspicio di stimolare una discussione sulla partnership tra pubblico e privato, sull’intervento al Festival per l’Economia di Vibo Valentia lo scorso aprile.

      Il Consorzio SBCR interviene al Festival dell’Economia a Vibo Valentia.
      La direttrice del Consorzio SBCR, Esterina Dominici, è intervenuta ieri alla prima giornata del “Festival per l’Economia”, in corso di svolgimento a Vibo Valentia (16-17-18 aprile 2015).

      La kermesse, diretta espressione di un territorio che non si rassegna alla crisi economica, è patrocinata dal Sistema Bibliotecario Vibonese, dall’Università della Calabria, dalla Rete MMT calabria, dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro, dalla Confindustria e dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia, e prevede l’intervento di autorevoli economisti internazionali, rappresentanti delle Istituzioni, accademici, saggisti, registi, industriali e personalità varie del mondo della cultura e dell’innovazione.

      Il Consorzio SBCR ha dato il proprio contributo nel pomeriggio di ieri condividendo le proprie esperienze nell’ambito di economia della cultura e fundraising. Il suo intervento ha riguardato in particolare “La relazione che fa la differenza: pubblico e privato nelle strategie di sviluppo della Grande Biblioteca dei Castelli Romani”. La direttrice ha “raccontato” il percorso che ha portato il Consorzio SBCR e la sua Fondazione – Fondazione Cultura Castelli Romani – ad ipotizzare e sperimentare un nuovo modello di biblioteca pubblica – la Biblioteca Diffusa – che grazie allo sviluppo di rapporti virtuosi tra pubblico e privato riesce ad allargare e potenziare la presenza territoriale del servizio bibliotecario senza oneri aggiuntivi per i Comuni. Club Medici srl e la Compagnia S.Paolo sono intervenuti all’incontro portando la testimonianza di come quando la cultura incontra l’impresa crescono le potenzialità di sviluppo sia dell’impresa che della cultura.

      Il rapporto del SBCR con il Sistema Bibliotecario Vibonese, come quello con il conterraneo Sistema Bibliotecario Lametino, è oramai consolidato per via del Progetto BIM (Biblioteche In Movimento) del Ministero dello Sviluppo Economico, progetto in corso (maggio 2014 – giugno 2015) che prevede il trasferimento ai due sistemi calabresi di cinque buone pratiche attuate dal Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani: il modello di governance territoriale, il modello di biblioteca diffusa, la linea di documentazione e valorizzazione territoriale Vivavoce, le logiche per un turismo sostenibile sperimentate con Sagre & Profane, il passaggio da un software proprietario ad uno libero.

    3. user avatar Gilberto Floriani ha detto:

      Il progetto BIM (Biblioteche in movimento) scambio di buone pratiche tra il Consorzio bibliotecario dei Castelli Romani e i sistemi bibliotecari Vibonese e Lametino si avvia alla conclusione con la consapevolezza diffusa tanto da parte dell’amministrazione offerente, quanto delle due riceventi di aver compiuto un lavoro buono e proficuo, finalizzato all’ottimizzazione dei servizi bibliotecari tradizionali, ma anche all’approfondimento di una serie di buone pratiche che vedono il superamento della forma tradizionale della biblioteca pubblica. Si tratta di iniziative che hanno a che fare con nuovi servizi ai cittadini e che vedono nella biblioteca lo spazio e l’organizzazione capace di valorizzare la città e il territorio anche oltre il tradizionale ruolo delle biblioteche, ad esempio per quanto riguarda la valorizzazione delle risorse locali e dell’identità, una forma di governance per la progettualità culturale e turistica. In particolare il Sistema Bibliotecario Vibonese, che ha una sede molto ampia e importante, è diventato il punto di riferimento territoriale per le funzioni della biblioteca, in particolare per la promozione della lettura, ma anche per tante altre attività che vengono svolte in collegamento con i musei, le scuole e le associazioni. E’ sede di tutta una serie di attività urbane e territoriali che hanno a che fare con l’acquisizione di nuove competenze informatiche, linguistiche, creative e del tempo libero. E’ un luogo di incontro per la cittadinanza, svolge frequentemente la funzione di segretariato sociale e di orientamento per molti cittadini e per molte questioni: ospita attività di associazioni, esami universitari, accoglie e integra i migranti, cerca di offrire risposte a domande che altrimenti nello spazio urbano e territoriale non sempre trovano risposta. Il Sistema Bibliotecario Vibonese potrebbe essere un modello per tutta la Calabria

    Lascia un commento

    E' necessario registrarsi per commentare.

    user avatar
    Gilberto Floriani - Sistema Bibliotecario Vibonese Direttore
    Iscritto da 4 anni Ultimo login @ 30 Giugno 2015
    Valerio Ciaccia
    Valerio Ciaccia - SBCR Consorzio Bibliotecario Castelli Romani Amministrativo-Referente del progetto
    Iscritto da 4 anni Ultimo login @ 21 Luglio 2015

LE DISCUSSIONI

Le discusssioni

Avete delle idee sulle attività in corso? Volete commentare o avere spiegazioni?
Scriveteci dateci nuovi spunti, siamo quì ad ascoltarvi!

VAI >>

LIVE STREAMING

UNISCITI ALLA COMMUNITY!

Registrati alla community

Per commentare e caricare contenuti sulla piattaforma, identificati inserendo i tuoi dati essenziali.

Registrati >>

BUONE PRATICHE CERCO/OFFRO

Invia la tua storia

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam dictum semper mauris non pharetra.

INVIA >>

ULTIMI ISCRITTI

Maico Centis

Maico Centis - Comune di Pordenone - Project manager

Iscritto da 1 anno. Ultimo login @ 16 Aprile 2018
user avatar

Isabella Tisci - Regione Puglia - Funzionario

Iscritto da 1 anno. Ultimo login @ 10 Aprile 2018
user avatar

PATRIZIA VEZZOSI - Istituto Comprensivo Vinci (FI) - Docente Arte e Immagine - Resp. Progetti didattici

Iscritto da 1 anno. Ultimo login @ 03 Aprile 2018
Tutti gli iscritti >>